Come la violenza nelle trasmissioni televisive desensibilizza i bambini

Mentre i ricercatori spesso non sono d’accordo sul rapporto tra la visione di programmi televisivi violenti e il comportamento aggressivo nei bambini, ci sono abbastanza indicatori di una correlazione per considerare la limitazione della visualizzazione televisiva dei vostri bambini sulla programmazione violenta, secondo la Media Awareness Network. Di norma, gli studi dimostrano che i bambini esposti a ripetute violenze televisive e videogiochi possono diventare desensibilizzate dalla violenza e sviluppare una serie di altre condizioni che vanno dal comportamento aggressivo a disturbi del sonno e una maggiore ansia.

Fatti spaventosi

La violenza rappresentata dai media può esporre i tuoi figli all’uso della violenza come mezzo per risolvere le controversie senza conseguenze. Secondo il Consiglio dei genitori, i bambini guardano la TV più di quanto non partecipino ad altre attività tranne dormire. Il bambino medio americano controlla ogni giorno una media di quattro ore di TV e il 54 per cento dei ragazzi ha televisori nelle loro camere da letto, rendendo le loro abitudini di visione ancora più protette.

Adrenalina Rush

I bambini imitano ciò che vedono. Se i tuoi giovani guardano spettacoli televisivi violenti, sono più inclini a rispondere ad un attacco percepito con il volo o combattere lo stimolo incoraggiato nella natura umana, secondo la Media Awareness Network. Inoltre, durante la visualizzazione si verificano modifiche fisiche. La pressione arteriosa, la respirazione e la frequenza cardiaca aumentano. L’esposizione ripetuta alla violenza televisiva in realtà crea la necessità di una maggiore stimolazione nel tempo. I tuoi figli possono abituarsi a vedere determinati atti e se non ricevono regolarmente la stessa adrenalina, possono rivolgersi ad una programmazione più intensa o alla violenza reale per la stessa risposta fisica. Gli studi hanno mostrato, segnalano la Media Awareness Network, che i bambini che guardano una dieta costante di programmi violenti hanno un rischio maggiore di diventare violenti nella vita reale degli adulti.

Empatia scomparsa

Gli effetti di guardare spettacoli televisivi violenti sono diventati evidenti in vari modi, secondo il Consiglio dei genitori. Oltre ai cambiamenti fisici che i bambini subiscono dopo una visione di un programma violento, i bambini hanno più probabilità di disobbedire ai loro genitori e sono più a rischio di colpire un compagno di gioco rispetto ai loro coetanei che non possono vedere gli spettacoli aggressivi. Se permetti ai tuoi figli di diventare più desensibilizzati dalla violenza nel tempo, possono perdere l’empatia verso gli altri. La violenza che vedono sulla televisione li desensibilizza a dolori e sofferenze umane reali e hanno difficoltà a distinguere tra intrattenimento e realtà, spesso sviluppando una tendenza a romanticizzare il cattivo.

Modifica delle valutazioni

Le immagini violente sono prevalenti in più degli spettacoli a tema adulto mostrati soprattutto nelle ore di tarda serata. I cartoni animati e gli spettacoli per bambini rappresentano il doppio degli atti violenti come i programmi televisivi più frequenti. Inoltre, le valutazioni stanno evolvendo per consentire una maggiore violenza nei film PG e PG-13, avverte il professor Nancy Carlsson-Paige, con l’Università Lesley a Cambridge.

Altri effetti potenziali

Oltre alla negatività della personalità e agli effetti sociali che la televisione violenta ha sui bambini, l’atto di guardare la televisione ha altre conseguenze negative. I tuoi bambini potrebbero non sviluppare caratteristiche empatiche sane perché diventano immune al sangue e al dolore. Questo processo di desensibilizzazione può portarli a diventare apatici alla sofferenza di altri. Secondo i servizi sanitari di University of Michigan, la visione televisiva è un importante contributore all’obesità infantile e ad altri problemi di salute giovanile.